SCHWANENGESANG D744

18 APRILE 2020 ore 20,30
SCHWANENGESANG D744

“Qual è l’origine della sua canzone che tocca così profondamente la mia origine?” [R.C.]
Per la prima volta a Pavia l’opera sublime di Romeo Castellucci.

Romeo Castellucci, uno dei registi italiani più apprezzati all’estero, porta in scena le melodie di Franz Schubert, i lieder, poesie cantate per voce e pianoforte come rappresentazioni dei sentimenti del Romanticismo. Lo Schwanengesang (Il canto del cigno) esplora le emozioni senza immagini o elementi scenici, ma attraverso l’intensa voce del soprano Kerstin Avemo e l’accompagnamento del pianista Alain Franco. Un’arte totalizzante in cui la componente musicale è al centro di un teatralizzazione vertiginosa e rarefatta, un quadro vivo composto in modo visivamente magistrale e solo apparentemente minimalista.